M A R E   N O S T R U M  -  S P A Z I O    D I   D I A L O G O   E   D I V E R S I T A' 

 

MIGRAZIONE

Le migrazioni sono una costante della storia umana. Fin dalla sua origine l’uomo, spinto dalla propria volontà o dal suo naturale spirito di ricerca e di scoperta, oppure costretto da crisi economiche, da persecuzioni ideologiche o da catastrofi naturali, non ha mai smesso di migrare.

Il viaggio, l’andare lontano, la sofferenza di chi deve lasciare il proprio paese per affrontare l’ignoto, le difficoltà e il dolore che spesso accompagnano l’errante e il migrante, sono da millenni fonte di ispirazione della letteratura in tutte le sue forme.


‘‘La Migrazione illegale“ oggi in Europa

"Rifugiati, vittime di persecuzioni, illegali, senza status, sono centinaia di migliaia di persone che vivono nei paesi dell'Unione europea. E per sfuggire alla costante minaccia di espulsione, sono costretti a nascondersi, lavorare sottopagati e non hanno accesso alle cure mediche." (La signora Dita Vogel, che guida il gruppo di ricerca su "immigrazione irregolare" nel Weltwirtschaftsinstitut Amburgo HWWI) http://www.goethe.de/ins/sn/dak/ges/fr6481536.htm

 

___________________________________________________________________________________ 

Chiara Barison, "Le invisibili" - Video :

http://www.myspace.com/video/sexybinbin/le-invisibili-di-chiara-barison/63387538

 "Si par­la spes­so dei mi­gran­ti, di chi è par­ti­to, ma di­men­ti­can­do­ci di tut­to il mon­do che c'è al­le lo­ro spal­le. Qual è e com'è la vi­ta di chi re­sta al pae­se? Co­sa vuol di­re 'su­bi­re' la mi­gra­zio­ne?"  - ​Chia­ra Ba­ri­son-​ (I.S.I.G.-​i­STI­TU­TO DI SO­CIO­LO­GIA IN­TER­NA­ZIO­NA­LE DI GO­RI­ZIA)-​ (mail: win­d­chia­ra@li­be­ro.it)"

___________________________________________________________________________________ 

 

In Italia

Noi (Carla Zickfeld e Stefan Karkow) viviamo e lavoriamo da tanti anni in Italia e qui siamo diventando testimoni, specialmente negli ultimi 10 anni, della grande migrazione dall’Africa verso l’Europa, una fuga dalle terre di disuguaglianza verso un’Europa promettente.

Le testimonianze dell’emigrazione clandestina riassumono in fondo i drammi e le contraddizioni della nostra epoca: dall’economia globale a questa criminale, dalla mafia alle migrazioni.


La Sfida per noi

Da quando siamo operando in Senegal è maturata in noi la decisione di collegare la realtà del Progetto “Mare Nostrum – Spazio di Dialogo e Diversità” (partito in Senegal in 2010) alla nostra realtà in Italia con gli emigrati senegalesi.

Già durante i nostri mesi di ricerca in Senegal nel 2010 e nel 2011 ci erano riferite storie di sofferenza all'incrocio alle Isole Canarie con le proprie barche - e le madri lamentavano il sanguinamento delle loro famiglie e hanno espresso a noi la preoccupazione che la loro cultura in 10 – 15 anni sarebbe sparita, se l'emigrazione dei loro figli non si dovrebbe fermare.


Non ci interessa l’immigrazione clandestina in generale, ma l’aspetto culturale, se, o in che misura la propria identità culturale volatilizza nella nuova realtà.


Di seguito vi presentiamo l'inizio esemplare della nostra ricerca sulla situazione di immigranti in Italia - tramite un primo intervista-ritratto con il giovane Senegalese et Lebou, Khalifa Ababacar Ndione da Toubab-Dialaw, un piccolo villaggio vicino Rufisque. 

  Video - intervista in francese

 

pagina in COSTRUZIONE