M A R E   N O S T R U M  -  S P A Z I O    D I   D I A L O G O   E   D I V E R S I T A' 

LA VOCE DELL' AFRICA OCCIDENTALE - MEMORIA COLLETTIVA & COSCIENZA COLLETTIVA

- Tra Tradizione e Modernità - 

Confronto con una cultura la cui sopravvivenza è minacciata da globalizzazione e migrazione
                                                                                                                                                                      

Come parte della costruzione modulare di Mare Nostrum, il progetto pilota punta sulla valorizzazione delle memorie di differenti protagonisti che sono in bilico tra tradizione e modernità. Capire meglio il loro patrimonio storico e culturale permetterà di identificare nuovi percorsi di collaborazione in favore di condizioni di vita più sostenibili e opzioni ricreative per i giovani. Questo risponderebbe alla domanda degli protagonisti delle comunità di pescatori consapevoli di non essere in grado di continuare semplicemente come prima.

 

Il progetto pilota è stato iniziato in loco nel mese di giugno e ottobre 2011 - dopo una fase preparatoria nel 2010.

CHI: Carla ZICKFELD, idea, realizzazione e direzione, Stefan KARKOW, documentazione visuale,

donne della pesca a Hann, Yoff, Kayar e St. Louis, associazioni interprofessionali di pesca di Kayar, Yoff, Hann e St. Louis, pescatori, trasformatrici di pesce, commercianti di pesce, artisti, la guaritrice Bineta NDIR di Yoff e il ‘griot’ del sacro Ousmane DIOUF.                                                                                    

 

Il progetto pilota si articola su due principali punti di vista che indicano le sovrapposizioni e gli aspetti complementari del problema costituito dai comportamenti e delle rappresentazioni di valori radicati nelle tradizioni della gente del mare e le esigenze, le opportunità e le minacce fatte dalla modernità. Questa tensione permanente, come comprenderla e utilizzarla in futuro per creare reali opportunità per la transizione verso stili di vita e interazioni - questo è il filo conduttore del progetto pilota.
                                                                                                                                                                   

I. - Il primo punto di vista principale della ricerca si concentra sulla collaborazione con le donne di pesca, alla fine di capire meglio e documentare come vivono le domande, spesso contrastanti nei loro confronti, e in che modo le loro tribu cercano di costruire un futuro possibile per se stessi, i loro figli e tutta la famiglia. Analogamente investigata la ricerca ha puntata anche  sull'attuale situazione dei pescatori e dei commercianti del pesce. Queste ricerche sono state fatte sullo sfondo della crisi della pesca e della sempre più massiccia migrazione.

 

II. - Il secondo punto di vista della ricerca è stata realizzata in forma di una ricerca-azione per approfondire nel contesto socio-culturale delle comunità costiere le rappresentazioni sottostanti ai valori di conversazione. La ricerca-azione condotta sul ruolo della rappresentazione e del sacro nel sistema di valori delle comunità costiere in Senegal, permette una migliore disposizione tra tradizione e modernità e allo stesso tempo funge da Pivot tra i diversi approcci della ricerca per garantire la coerenza dell’insieme.
                                                                                                                                                           

Risultati attesi: convalidare la coerenza di tutta la ricerca con una publicazione multimedia con documentario e libro illustrato di dominio pubblico per lo sviluppo di una maggiore consapevolezza sulle sfide e opportunità della situazione socio-culturale dei vilaggi traditionali di pesca in Senegal.

____________________________________________________________________________________

Carla Zickfeld e Stefan Karkow vogliono à questo punto ringraziare esplicitamente i protagonisti dei villaggi traditionali di pescatori per il loro impegno e la fiducia durante la collaborazione: 

Ndeye DIENG, micro fishmonger, general secretary and president of the female cells of CNPS (National Collective of Artisanal Fishermen of Senegal), KAYAR

Fatou Diop NIANG, representative of the women fish mongers of CNPS, HANN 

Khady FALL ‘’Sela’’, representative of the women fish mongers of CNPS, HANN

Fatou SARR, daughter of Khady FALL ‘’Sela", HANN

Coura DIOP, mother of Khady FALL ‘’Sela", HANN

Awa SEYE, fish processor, midwife, president of the female cells of CNPS, GUET NDAR (St.Louis)

Bacar FALL, fisherman, president of the Economic Interest Group (EIG) for the management of the landing site of ‘HANN-Pêcheurs’ 

Abdoulaye Gueye DIOP, president of CNPS, KAYAR

Malick GUEYE, fisherman, religious man, wise, traditional village GUET NDAR (St. Louis)

Massene NDIAYE, fisherman, president of the Local Committee of CNPS, GUET NDAR (Saint Louis)

Tamsir FAYE - the oldest of the fish mongers in HANN

Ousmane DIOUF, Griot, Mouthpiece of the spirits towards the community - and emissary of the Holy Prietress

The priestess BINTA with the wise women, the patients and the community – YOFF

Sada FALL, general secretary of CNPS, GUET NDAR (St. Louis),  

Mandraye YOOTE, founding member of CNPS and Member of the local Committee – GUET NDAR (St. Louis)

Yacine NDAW “DIAL”, fish processer & marketing, HANN

Mamy GUEYE, choreographer, Cultural Center HANN

Group MAMY, Hann

Astou GUEYE, micro fish seller, YOFF

Daouda MBENDUE "NDIR", singer and artist, YOFF

Abibou DIOP, teacher, Principal of CEM (Middle school), KAYAR

Mamadou NDIAYE "THIA", artist, DAKAR

Moussa Sambalaye DIOP, artist,Dakar

Boucar FALL, traditional chief of the artisanal fishermen, HANN

Ibrahima DIENE ‘’PARA’’, fisherman, municipal councilor in YOFF

Assan GUEYE, fisherman, son of Malick GUEYE – GUET NDAR (St. Louis)

Babacar MBAYE ‘’ROKH’’, fish monger, general representive of the fishmongers in HANN

Para Mbaye FALL, fisherman and griot, St. LOUIS

Djibril SEYE, National Secretary CNPS, charged for the relationwith the Parlament, St. LOUIS